Variazioni su temi di diritto del lavoro

 

Corte Costituzionale 25 febbraio 2016, n. 37 (Illegittimità costituzionale di una legge di stabilizzazione della Regione Puglia)
 L'illegittimità costituzionale di una legge della Regione Puglia


L'art. 4 della legge della Regione Puglia n. 37 del 2014 è illegittimo sul piano costituzionale, perchè, ringuardando procedure di stabilizzazione del personale, ha ampliato la platea dei fruitori che la disciplina statale di principio aveva riferito all'apparto amministrativo delle regioni, poichè la legge regionale ha contemplato il personale delle agenzie regionali, dell'autorità di bacino, di enti regionali e di soscietà controllate dalla stessa Regione Puglia.


Pubblico impiego - stabilizzazione del personale - legge regionale - illegittimità costituzionale

Registrati per leggere il seguito...

Corte Costituzionale 11 febbraio 2016, n. 20 (cessazione automatica di incarico dirigenziale di livello generale)

L'illegittimità costituzionale di un meccanismo di decadenza automatica di un direttore di un organismo regionale


E' illegittomo sul piano costituzionale l'art. 3, primo comma, della legge della Regione Abruzzo n. 25 del 2009, nella parte nella quale prevede meccanismi di decadenza automatici o del tutto discrezionali del direttore dell'organismo Abruzzo - lavoro, che aveva il compito di erogare servizi di assistenza tecnica alla Regione e alle province e di controllare l'andamento del mercato del lavoro (massima redazionale).


Lavoro pubblico - incarichi dirigenziali di livello genarale - meccanismi di spoil system - decadenza automatica dall'incarico -  illegittimità costituzionale

Registrati per leggere il seguito...

Corte Costituzionale 11 febbraio 2016, n. 25 (assicurazione Inail e mslsttie dei componenti delle associazioni professionali)

L'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dei componenti delle associazoni professionali


E' inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell'art. 4, primo comma, n. 7, del d.P.R. n. 1124 del 1965 (Testo unico delle disposizione per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali) nella parte in cui non si applica ai componenti di un'associazione professionale, perché, a fronte della multiforme realtà degli studi professionali, contraddistinta dalla coesistenza di disparati assetti organizzativi e dal vario atteggiarsi dei rapporti di lavoro, secondo i tratti dell'autonomia o di un coordinamento più incisivo delle prestazioni, la discrezionalità del legislatore può modulare l'obbligazione assicurativa secondo schemi molteplici (massima redazionale).


assicurazione Inail - componenti di un'associazione professionale - inapplicabilità

Registrati per leggere il seguito...

Corte costituzionale 3 dicembre 2015, n. 248 - Pignoramento dei trattamenti pensionistici e di retribuzioni

Non viola il principio di uguaglianza una previsione differente dei limiti al pignoramento del trattamento pensionistico rispetto a quello delle retribuzioni, poiché la scelta del criterio di limitazione della pignorabilità e l’entità di tale limitazione rientrano nel potere di scelta insindacabile del legislatore. 

Art. 545 c.p.c. - azione esecutiva - trattamento pensionistico e retributivo - differenti limiti di pignoramento - principio di uguaglianza - legittimità costituzionale

Registrati per leggere il seguito...

Login

Accesso Utenti

Indice 3/2018

cover 3 2018

Loghi

Variazioni su Temi di Diritto del Lavoro
Iscrizione al R.O.C. n. 25223
ISSN 2499-4650
© G. Giappichelli Editore s.r.l.