Variazioni su temi di diritto del lavoro

 

Il licenziamento disciplinare, il termine di decadenza previsto dal contratto collettivo e la tutela applicabile nel sistema dell’art. 18 St. lav.
(nota di commento a Cass. 3 settembre 2018, n. 21569)

Cass. 3 settembre 2018, n. 21569 (licenziamento disciplinare)


Licenziamento disciplinare – difese del lavoratore – termine di decadenza contrattuale – regime sanzionatorio


La sentenza dichiara di non essere in contraddizione con quella Cass. 27 dicembre 2017, n. 30985, pubblicata su questo Sito (si rinvia al relativo commento), poiché, nel caso di specie, il ritardo nell’intimazione del licenziamento avrebbe comportato l’accettazione delle giustificazioni, alla stregua delle espressioni del contratto collettivo nazionale.

Registrati per leggere il seguito...

Una non condivisibile decisione sul contratto a tutele crescenti

nota di commento a Trib. Bari 11 ottobre 2018, ord.

Trib. Bari 11 ottobre 2018, ord. (contratto a tutele crescenti)


Lavoro subordinato – contratto a tutele crescenti – licenziamento nullo – conseguenze sanzionatorie


Prima di tutto, di fronte a domande proposte con il ricorso introduttivo al procedimento a cognizione sommaria dell’art. 1, comma quarantasettesimo ss., della legge n. 92 del 2012, la controversia è stata decisa con ordinanza e senza il mutamento del rito, nonostante quello invocato non si applichi ai contratti a tutele crescenti.

Registrati per leggere il seguito...

L’inesistenza di un obbligo di avviso in tema di superamento del periodo di comporto
(nota di commento a Trib. Roma 11 settembre 2018)

Trib. Roma 11 settembre 2018 (licenziamento per superamento del periodo di comporto)


Licenziamento per superamento del periodo di comporto – obbligo di avviso da parte del datore di lavoro - inesistenza


La tesi è consolidata. Infatti, “in seno al rapporto di lavoro, i principi di correttezza e buona fede, rilevano come norme di relazione con funzione di fonti integrative del contratto e, nel caso in cui ineriscano a comportamenti dovuti in relazione a obblighi di prestazione imposti al datore di lavoro dal contratto collettivo o da altro atto di autonomia privata.

Registrati per leggere il seguito...

Un appalto di servizi e il trasferimento di azienda

nota di commento a Corte di Giustizia 7 agosto 2018, C-472/16)
Corte di giustizia, sezione quinta, 7 agosto 2018, C. n. 472 del 2016 (Appalto di servizi e trasferimento di imprese)


Trasferimento di impresa - appalto di servizi - licenziamento


Il primo principio di diritto è coerente con le tesi tradizionali della giurisprudenza comunitaria. Infatti, si è detto che (v. Corte di giustizia, sez. VI, 20 novembre 2003, C. - n. 340 del 2001, in Riv. it. dir. lav., 2004, II, 463, con nota di Borzaga, Trasferimento di azienda e successione di contratti di appalto, prima e dopo il decreto legislativo n. 276 / 2003, tra diritto comunitario scritto e giurisprudenza della Corte di giustizia)

Registrati per leggere il seguito...

Login

Accesso Utenti

Indice 3/2018

cover 3 2018

Loghi

Variazioni su Temi di Diritto del Lavoro
Iscrizione al R.O.C. n. 25223
ISSN 2499-4650
© G. Giappichelli Editore s.r.l.